Marchecitta.it - La tua guida completa sulle Marche.

utenti online 

Home Page

News letter

Pubblicità

Rivenditori

Forum

Cartoline

Aziende

Ancona

Pesaro

Macerata

Ascoli Piceno

Comuni

Comune di Pennabili in provincia di Pesaro.

            Settori merceologici          

Agenzie Immobiliari

Agriturismi

Bar e Pub

Hotel e Pensioni

Camping

Ristoranti e Pizzerie

Sport e Divertimento

Viaggi e Vacanze

         Siti ed attività         

Spazio Disponibile Spazio Disponibile Spazio Disponibile Spazio Disponibile

Sorge nell’alta valle del fiume Marecchia, in un territorio accidentato, ai piedi del versante occidentale del monte Carpegna (m.1415), disteso tra due punte rocciose (il Roccione e la Rupe). La minuscola cittadina è nata intorno al 1350 dall’unione dei due villaggi  fortificati di Penna e di Billi, posti alla sommità del Roccione e della Rupe, là dove sorgono ancora oggi i ruderi del castello malatestiano di Billi, il convento delle monache Agostiniane (sec. XV) e una grande Croce. Luogo abitato fin dal tempo 

delle invasioni barbariche dei Visigoti di Alarico, fu concesso in feudo nel 962 dall’imperatore Ottone I ai conti di Carpegna che si divisero poi nei tre rami di Carpegna, Montecopiolo e Pietrarubbia. Fu quest’ultimo ramo che si tenne Pennabilli e che, passato a Verucchio, diede origini alla famiglia dei Malatesta. Sotto i Malatesta Pennabilli visse vicende alterne, fin quando passò sotto i Montefeltro, entrando a far parte del ducato di Urbino e acquistando il titolo di ’città’ con il trasferimento della sede vescovile da S.Leo (sec. XVI). Nel centro storico si trovano la Porta Malatesta (sec. XIII) che si apre al di sotto del Palazzo del Bargello (sec. XIV), La Porta Carboni (sec. XIV), la Porta di Borgo S.Rocco e la chiesa-santuario di S.Agostino (o Madonna delle Grazie) costituita di due distinti nuclei del XV e XVII secolo.  La Cattedrale, di origini tardo rinascimentali, ha una caratteristica facciata a mattoni rossi che si affaccia sulla piazza principale, accanto al mediceo Palazzo della Ragione e alla Loggia dei Mercanti. Meritano una visita anche il ricco Museo Diocesano con rilevanti oggetti di interesse storico-artistico e la Biblioteca Feretrana, ricca di incunaboli, manoscritti e pergamene, oltre al recente Museo Mariano organizzato all’interno del santuario della Madonna delle Grazie. Esiste infine anche il Teatro ’La Vittoria’ con piccola graziosa sala a palchetti oggi in corso di restauro. Fuori dell’abitato sorge la romanica Pieve di S.Pietro in ponte Messa, sorta come abbazia nell’alto medioevo (sec. VIII) sulle rovine di un tempio pagano con facciata adorna di protiro pensile e interno a tre navate. 

Altitudine

Abitanti

Telefono

Cap

E-mail

630

3139

0541/928411

61016

comune.pennabili@provincia.ps.it

Manifestazioni e spettacoli 

24 Dicembre: Presepe vivente

Dal 5 Luglio Al 27 Luglio: Mostra mercato nazionale dell’antiquariato - 33a

Dal 4 Giugno Al 8 Giugno: Artisti in piazza

 

  |  Statistiche  |   Lo Staff  |  Pagina iniziale  |   Preferiti  |  IL Progetto  |  Portali Regionali |   


Copyright © 2003 Internet Soluzioni. Inviateci i vostri suggerimenti e commenti.


Abruzzo | Emilia-Romagna | Marche | Molise | Puglia | Umbria | Valle D'Aosta